Granito

Il granito è una roccia magmatica con struttura granulare con grana normalmente media e fine. È una delle più importanti e versatili categorie di rocce in assoluto. Il granito può avere colorazioni che vanno dal biancastro, al grigio, al rossastro, fino al giallo. Per la sua caratteristica durezza e resistenza, questa tipologia di pietra si presta molto ad essere utilizzata per pavimentazioni e lavori stradali (piazze, cordoli, marciapiedi), ma anche come pietre per murature soglie, davanzali, scale, e non da ultimo come piastre per rivestimento.

Il granito viene estratto da cava in blocchi. Può essere lavorato a spacco su macchine manuali, se si presenta in blocchi informi: dalla più piccola macchina della serie C ai modelli di macchine primarie della serie Trittico, soprattutto per la produzione di prodotti per la pavimentazione oppure per sassi da muro. Se invece viene preparato in blocchi segati, come avviene sempre più spesso nell’ultimo decennio, viene spaccato su macchine automatiche di tipo chiuso per la produzione di piastre per rivestimento oppure di palizzate.

Macchine per lavorazione Granito

Frantoi a mascelle caratterizzati da una struttura pesante e robusta adatta alla frantumazione primaria di materiali duri (graniti e porfidi) oltre a materiali di media durezza (marmi e pietre in genere e cemento). A seconda delle esigenze produttive Mec propone 3 versioni di frantoio a mascelle.

Combinazione integrata di nastri trasportatori e macchine manuali di tipo aperto, per eliminare la fatica fisica dell’operatore.

Impianti con macchine di tipo chiuso automatizzate, personalizzabili nei sistemi di alimentazione e nei modelli di macchina.

Macchine manuali di tipo chiuso, per lo spacco di grandi blocchi irregolari, con l’adattamento meccanico degli utensili.

Impianti composti da macchine di tipi chiuso dotate di 4 lame, ideali per ottenere un profilo di spacco di alta qualità e di spessore ridotto.

Piccole linee automatiche composte da un nastro di alimentazione e una macchina chiusa, ideali per produzioni di pavé o di listelli.

Macchine manuali con struttura aperta, singole. La pietra può essere manipolata più volte con facilità grazie alla presenza del banco di lavoro.

Lavorando sempre sulla rifinitura dei bordi e l’effetto bombato di sassi da muro precedentemente splittati, la PITCHING ONE è la versione completamente automatica sia nella movimentazione che nella lavorazione.

Nella versione T2 la macchina scapezzatrice ha due teste che scapezzano (sbucciano) entrambi i lati della piastra ottenendo in un unico passaggio la superficie rustica e splittata, tanto ricercata per i rivestimenti. Grazie alle due teste, la produttività di questa versione è molto alta.

Ideale per il recupero di scarti di segagione, la scapezzatrice T1 è una macchina automatica dotata di una testa con utensile che sbuccia le piastre di pietra segata, ottenendo così una superficie rustica. La versione T1 è indicata per chi non ha esigenze di grandi produzioni, visto che lavora un lato della piastra per volta.

La Serie Fast nasce appositamente come linea di macchine per il taglio di pietre informi, come nel caso dell'andesite. Queste macchine rappresentano, quindi, la soluzione ideale anche per lo spacco e la definizione dell'andesite. La Serie Fast assicura la riduzione dei tempi di trasporto e una maggior produttività.

Trova la soluzione giusta per te.

Compila il form e raccontaci le tue esigenze.