Quarzite

Roccia metamorfica costituita per più dell’80% da quarzo, si forma dalle arenarie o dalla selce. Ha un’ottima resistenza e durezza e spesso viene associata al granito.

Presenta una buona suddivisibilità in lastre e grazie alla sua porosità, particolarmente vellutata, trova largo utilizzo nei bordi piscina, vialetti giardini e terrazzi.

Relativamente allo spacco, viene lavorata su macchine aperte manuali oppure automatiche di tipo chiuso secondo la forma, la dimensione e l’esigenza.

Macchine per lavorazione Quarzite

Frantoi a mascelle caratterizzati da una struttura pesante e robusta adatta alla frantumazione primaria di materiali duri (graniti e porfidi) oltre a materiali di media durezza (marmi e pietre in genere e cemento). A seconda delle esigenze produttive Mec propone 3 versioni di frantoio a mascelle.

Impianti con macchine di tipo chiuso automatizzate, personalizzabili nei sistemi di alimentazione e nei modelli di macchina.

Macchine manuali di tipo chiuso, per lo spacco di grandi blocchi irregolari, con l’adattamento meccanico degli utensili.

Nella versione T2 la macchina scapezzatrice ha due teste che scapezzano (sbucciano) entrambi i lati della piastra ottenendo in un unico passaggio la superficie rustica e splittata, tanto ricercata per i rivestimenti. Grazie alle due teste, la produttività di questa versione è molto alta.

Ideale per il recupero di scarti di segagione, la scapezzatrice T1 è una macchina automatica dotata di una testa con utensile che sbuccia le piastre di pietra segata, ottenendo così una superficie rustica. La versione T1 è indicata per chi non ha esigenze di grandi produzioni, visto che lavora un lato della piastra per volta.

Dotato di un altro principio di costruzione e funzionamento il mulino a martelli CRUNCH è ideale per la frantumazione secondaria e la macinazione di pietre, cemento e inerti, ottenendo così polvere e sabbia più o meno grossa a seconda dell’esigenza produttiva.

Trova la soluzione giusta per te.

Compila il form e raccontaci le tue esigenze.