Cemento

Il cemento è un conglomerato artificiale costituito da una miscela di legante (cemento), acqua e materiali inerti fini e grossi (sabbia e ghiaia) con l’aggiunta di additivi e/o aggiunte minerali. Da manufatti in calcestruzzo vibrocompresso si possono realizzare masselli autobloccanti, blocchi, blocchi tagliafuoco, blocchi intonaco.Relativamente allo spacco tutte le tipologie di sagome, anche colorate, sono dette faccia vista o splittate poiché ricordano la tradizionale pietra spaccata ed acquisiscono un grande valore estetico trovando impiego in rivestimenti, pareti, murature, opere stradali e giardini. L’uso decorativo del cemento spaccato faccia a vista sta prendendo sempre più piede nell’edilizia, in quanto permette di ottenere effetti architettonici di rara preziosità. Abitualmente, i blocchi di cemento vengono lavorati su linee automatiche di spacco, con macchine chiuse

Macchine per lavorazione Cemento

Frantoi a mascelle caratterizzati da una struttura pesante e robusta adatta alla frantumazione primaria di materiali duri (graniti e porfidi) oltre a materiali di media durezza (marmi e pietre in genere e cemento). A seconda delle esigenze produttive Mec propone 3 versioni di frantoio a mascelle.

Mec realizza macchine anche più piccole, manuali o automatiche, specifiche per alcune lavorazioni, come il recupero di scarti o lo spacco orizzontale.

Mec realizza impianti dotati di un automatismo semplice, ideali per chi si avvicina per la prima volta al mondo dello spacco oppure ha esigenze di produzione contenute. Sono comunque impianti personalizzabili con i quali è possibile ottenere diversi prodotti finiti.

Impianti più complessi che permettono di gestire in modo completamente automatico il carico, lo scarico, la movimentazione e lo spacco di blocchi di cemento, adatti a grandi produzioni.

Nella versione T2 la macchina scapezzatrice ha due teste che scapezzano (sbucciano) entrambi i lati della piastra ottenendo in un unico passaggio la superficie rustica e splittata, tanto ricercata per i rivestimenti. Grazie alle due teste, la produttività di questa versione è molto alta.

Ideale per il recupero di scarti di segagione, la scapezzatrice T1 è una macchina automatica dotata di una testa con utensile che sbuccia le piastre di pietra segata, ottenendo così una superficie rustica. La versione T1 è indicata per chi non ha esigenze di grandi produzioni, visto che lavora un lato della piastra per volta.

Sistema automatico per spaccare a metà in senso orizzontale piastre o filagne segate sui 6 lati, anche personalizzabile.

Dotato di un altro principio di costruzione e funzionamento il mulino a martelli CRUNCH è ideale per la frantumazione secondaria e la macinazione di pietre, cemento e inerti, ottenendo così polvere e sabbia più o meno grossa a seconda dell’esigenza produttiva.

Trova la soluzione giusta per te.

Compila il form e raccontaci le tue esigenze.