• Riciclare la pietra.png

MEC'S BLOG

Vector Smart Object111.png

Riciclaggio degli scarti della pietra: normative, provenienza e macchine

Dec 13, 2018 3:34:28 PM / by MEC

Il corretto recupero e smaltimento dei rifiuti derivanti da attività di costruzione e demolizione riveste un ruolo di fondamentale importanza nella tutela dell’ambiente e nel controllo del territorio.

Il Decreto Legislativo D.Lgs 152/2006 capo IV “Autorizzazioni e iscrizioni” della parte IV, prevede infatti il riutilizzo dei materiali inerti nel comparto edilizio e nel recupero ambientale solo se sono stati sottoposti a un trattamento di macinazione in apposite aree attrezzate.

Come si può immaginare questi scarti provengono da numerose attività di costruzione, manutenzione, ristrutturazione, demolizione di edifici pubblici e privati; ma anche da opere civili e infrastrutturali; da attività industriali dei settori tra cui l’industria di prefabbricati, la ceramica, le pietre ornamentali, la fabbricazione e prefabbricazione di elementi e componenti delle costruzioni civili (mattoni, piastrelle, elementi strutturali in c.a., ecc.).

Numerosi sono gli studi e le sperimentazioni che muovono verso l’apertura di nuovi e molteplici campi applicativi per tali materiali. Mec recepisce pienamente lo spirito della normativa europea e nazionale volta a incentivare il riciclaggio degli scarti della pietra attraverso la frantumazione, valorizzando il loro impiego sia in termini economici che ambientali attraverso la frantumazione, trasformando lo scarto in elementi di design vero e proprio.

La gamma di macchinari MEC per il riciclaggio degli scarti della pietra permette di frantumare e selezionare materiali inerti di vario genere, quali marmo, granito, cemento, agglomerato, ceramica, porcellana, vetro, fusioni alluminio. Tali macchine offrono la possibilità di dare valore agli scarti altrimenti non recuperabili, così da ottimizzarne il prodotto ed eliminare i costi di stoccaggio, trasporto e smaltimento in discariche autorizzate.

Oltre alla massima considerazione del cliente, Mec rivolge la propria attenzione anche all’ambiente, scegliendo di proporre una gamma di macchinari per la frantumazione e la macinazione della pietra e del cemento. Non solo i frantoi MEC possono valorizzare gli scarti di altri processi produttivi, ma si presentano infatti come complemento alla tecnologia dello spacco, producendo graniglia o ghiaia per pavimentazione stradale o giardini. Essi sono l’espressione del massimo riciclo se consideriamo per esempio che sia pietra che cemento stesso possono essere frantumati e macinati per essere re – impiegati nella produzione di altro cemento o di materiali compositi.

Le proposte variano in base alle tue esigenze e alla produttività richiesta; si parte da singoli frantoi a mascelle di piccole dimensioni a linee complete sia nella movimentazione che nella selezione. Vuoi saperne di più? Scopri maggiori dettagli nel prossimo articolo dedicato ai macchinari MEC per la frantumazione.

Anche per oggi siamo giunti alla fine di questo interessante capitolo volto alla sensibilizzazione dello scarto attraverso la frantumazione. Se vuoi ottenere più informazioni o approfondire meglio l’argomento non esitare a contattarci tramite la nostra pagina contatti o direttamente sulla nostra pagina Facebook; un Team di esperti saprà soddisfare ogni tua esigenza, dubbio o curiosità.

 

New Call-to-action