• pavimentazione.png

MEC'S BLOG

Vector Smart Object111.png

Pavimentazione esterna ed interna: ecco le differenze

Nov 15, 2017 8:16:45 AM / by MEC

I pavimenti in pietra per esterni e per interni fanno parte della nostra tradizione già da moltissimo tempo. Basti pensare a quanto il nostro sottosuolo sia ricco di pietre dure, come marmi e graniti, quanto di rocce sedimentarie, come quarzite e arenaria. E non dimentichiamoci anche del cemento, una valida alternativa alla pietra naturale.

Essendo un materiale decisamente versatile, ecologico e resistente, la pietra può essere utilizzata per le più svariate applicazioni e, con i giusti accorgimenti estetici, sarà possibile creare dei veri e propri capolavori in lastricato che faranno da cornice alla propria casa, locale, strada e città.

Che si tratti di pavimentazione interna che esterna, ci sono una serie di importanti requisiti da considerare: impermeabilità, resistenza ai carichi, agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura, alle muffe e alle macchie e antiscivolo.

C’è un vasto mondo dietro alle pavimentazioni esterne, tutto da scoprire. Cominciamo quindi a classificarle e capire quale tipo di pavimentazione esterna è possibile realizzare:

 

 

  • Pavé o chiamato anche sampietrino: impiegato per la realizzazione di pavimentazioni stradali (di giardini, di vialetti e di porticati) in porfido e granito. Il pavé può essere realizzato in maniera classica, ovvero con cubetti di pietra posti in fila, ad arco, oppure ancora a coda di pavone;
  • Acciottolato: realizzato per mezzo di ciottoli solitamente impiegata per la pavimentazione di portici e giardini;
  • Lastricato: tipologia di pavimentazione impiegata per ambienti rustici, solitamente esterni. Si impiegano piastrelle di grandezza irregolare, oppure lastre rettangolari posizionate secondo la tecnica a correre. Se la pietra viene adeguatamente lavorata, il lastricato può anche essere indicato per la pavimentazione di ambienti interni eleganti e moderni;
  • Mosaico: realizzato con pietre di differenti dimensioni posate per realizzare un disegno o un decoro. Il mosaico rientra in quella tipologia di pavimentazione elegante, adatta per ambienti pregiati, come i patii, o in generale i locali interni;
  • Chianche: elementi di forma quadrata o rettangolare, nella maggior parte dei casi di grandi dimensioni, combinate insieme per formare un disegno geometrico lineare e preciso. Questo genere di pavimenti in pietra naturale è particolarmente indicato per giardini e cortili esterni.

Ora scopriamo insieme le pietre che vengono impiegate per le pavimentazioni esterne. Lo sapevi che ogni zona geografica possiede le sue pietre locali, con caratteristiche legate al sottosuolo di provenienza?

  • Pietre di origine lavica come il porfido e il basalto. Il porfido è una pietra dura di colore grigio, marrone o viola, molto resistente agli sbalzi termici. Il più noto è senza dubbio il porfido del Trentino. Una volta lavorato, lo si può trovare a piastrelle, in graniglia e, soprattutto, a cubetti. Mentre il basalto lavorato e levigato, è una pietra scura poco porosa, che si presta particolarmente bene per la realizzazione di pavimentazioni stradali;
  • Quarziti: La struttura lamellare e l’ineguagliata compattezza permettono di ricavare lastre di materiale a spessori molto sottili. Nota è la Quarzite Brasiliana, una pietra a spacco naturale di cava estratta dai migliori giacimenti del Brasile, ricca di colori luminosi e calde sfumature, adatta a diversi tipi di ambientazione. 
  • Arenarie: Cortili, viali, porticati, bordi piscina costituiscono i luoghi adatti per la posa dell'arenaria, poiché essa garantisce una resa antiscivolo. 
  • Ardesia e pietre sedimentarie: roccia tenera e semidura, a seconda della provenienza. La pressoché totale impermeabilità di questa pietra la rende particolarmente adatta alla realizzazione di rivestimenti e coperture per esterni (lastre squadrate a misure fisse, lastre irregolari, gradini, zoccolini).
  • Gneiss come la pietra di Luserna: costituita da eccellenti proprietà fisico meccaniche che le garantiscono un’elevata resistenza anche se lavorata in spessori ridotti. Si dimostra idonea per architetture sia classiche che moderne. La Pietra di Luserna è impiegata per pavimentazioni e rivestimenti con superficie prevalentemente a spacco, fiammata o spazzolata.
  • Calcestruzzo: materiale composto da cemento con l’aggiunta di graniglie colorate, utilizzato per terrazzi, balconi, ma anche per cortili e camminamenti.

Concludiamo con le pavimentazioni interne. La pietra o anche il cemento, può essere posata nei bagni, nelle taverne e nei living, ma anche nelle cucine, sempre tenendo conto delle caratteristiche naturali del materiale. La pietra più famosa per i pavimenti lucidi, utilizzato fin dall’antichità, è il marmo. Una pietra considerata di grande pregio, oggi però sostituita con materiali simili che non presentano l’inconveniente della porosità. Pavimenti senza fughe, effetto legno, marmo e cemento. Pavimenti lucidi, chiari e scuri. Pavimenti in gres porcellanato, cementine, cemento. Scopriamoli insieme!

  • Il gres porcellanato: uno dei materiali più diffusi nell’architettura moderna, è resistentissimo, anti-assorbente e anti-umido. Adatto a ogni tipologia di stile di arredamento, è in grado di riprodurre l’aspetto delle pietre naturali, del marmo o anche del legno, conferendo all’ambiente un look modernissimo, molto ricercato da architetti e design;
  • Cementine: vengono riproposte dalle aziende del settore per restituire alle superfici moderne il fascino dell’antico. Le Cementine risultano essere una soluzione piacevole e adottata negli alberghi, ristoranti, locali pubblici e nelle abitazioni private;
  • Cemento: uno dei materiali più apprezzati, impiegato non solo per le pavimentazioni esterne ma anche in quelle interne. I pavimenti in cemento per interni donano, infatti, un aspetto di continuità ed eleganza all’ambiente valorizzando con determinazione gli arredi.

Ebbene caro amico, anche per oggi abbiamo concluso una grande capitolo sul mondo delle pavimentazioni. Granito, porfido, marmo, arenaria, ardesia e così via.. un viaggio tra le tipologie di pietra impiegate per la pavimentazione interna ed esterna. Se per i tuoi progetti di architettura o design vuoi affidarti a degli esperti del settore non esitare a contattarci, tramite la nostra pagina contatti. Un Team di esperti saprà accompagnarti con professionalità ed entusiasmo alla scoperta di questo meraviglioso mondo.

 

New Call-to-action

Topics: Pietre